LA CARA VECCHIA VIA DI MEZZO

10308344_10152428165852733_7197384025903039814_n

Ieri girava su Facebook questa bufala, quella del 37enne torinese che avrebbe abbandonato un cane in autostrada per poi morire in un incidente 300 metri più avanti. La storia è falsa, ma molti animalisti hanno dato il meglio di sè (persone che hanno a cuore tutti gli esseri viventi ma gioiscono della morte di un altro essere vivente).

Per non parlare degli estremismi via immagini, un paio di esempi appena visti: sei animalista/vegetarian*/vegan* e si avvicina Pasqua? Via con le foto degli agnelli appesi per il collo e scuoiati. Sei antiabortista? Sotto con immagini a caso tratte dal kit feti-maciullati-da-pubblicare-nei-dibattiti-sull’-aborto.

Chiamatelo come volete: compromesso, zona grigia (purtroppo non si può usare ‘sfumatura’ perchè si darebbe tutto un altro senso al contesto), via di mezzo…insomma, quello che c’è tra due posizione estreme.

Non esiste più. Oggi non è più possibile un dibattito civile con la pacata esposizione di posizioni, anche opposte, che subito esplode una guerra nucleare. Fosse stato così ai tempi di Aristotele la filosofia si sarebbe estinta quasi subito.

Di solito a uscirne sconfitto, o per semplice abbandono di campo, è il cervello più ‘mediatore’ dei due contendenti. Quando ti rendi insomma conto che non ne vale più la pena, perchè tu accetti il pensiero dell’altro ma il tuo interlocutore vuole a tutti i costi importi la sua visione del mondo perchè, lo sa per certo, è quella giusta e unica possibile e tu di sicuro non capisci un cazzo e se parli è perchè non conosci o non ci sei mai passato e allora “vedrai quando” e per ora zitto, e quindi il passo indietro lasciando cadere il discorso tocca a te. Mentre chi è di fronte è quello che magari si definisce pure ‘democratico’.

La sensazione è che le mezze misure non siano più concepite, specialmente su

– religione
– sesso
– riproduzione e non (quindi anche ad esempio allattamento, educazione dei figli, aborto, fecondazione assistita, genitori separati)
– immigrazione (di solito su argomento ‘rom’)
– marò
– politica in generale (discussioni estenuanti con simpatizzanti del M5S)
– cospirazionismo spinto
tematiche di genere
– omosessualità
– ‘medicina alternativa’, cure miracolose e omeopatia
– animali, animalisti, vegan-vegetarianismo, puccyness (le ‘tenere nutrie’ da salvare e la galera per i mangiatori di conigli)

e nonostante ti riprometti di non invischiarti MAIPIU’ in conversazioni pubbliche su questo argomento, inevitabilmente ci ricaschi.

Il tutto si sviluppa il più delle volte – specialmente sulla fin troppo affollata di idee piazza di Facebook – secondo lo schema:

esposizione delle idee –> scoperta della diversità di vedute –> scontro –> insulto personale e diretto spesso su altri temi che non c’entrano niente

L’unico passaggio però che veramente mi sfugge è quello da ‘la gente’ a ‘laggente’, quando è avvenuto questo crollo verso la mediocrità qualunquista e assolutista?

Pubblicato il aprile 8, 2015 su LIFE. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: