HO CHIUSO CON BILLY CORGAN

In un’intervista rilasciata al Wall Street Journal Billy Corgan ha annunciato – fonte Rockol -:

“Il prossimo album sarà davvero la fine, fine, fine. Il modo più trito per dirlo è che ho chiuso col rock & roll. Che è bizzarro, perché il rock & roll mi sta tornando dentro. Penso di essere finalmente nella posizione di poter sganciare un po’ di zavorra. Non sento l’obbligo di suonare certi pezzi, ma non mi rifiuto neppure di farlo”

Inoltre ha sottolineato come la sua fanbase sia quasi scomparsa:

“Non penso ci siano più veri fan. Definisco un fan chi esplora in profondità il lavoro di un artista e lascia che l’artista gli mostri qualcosa. E non è l’artista a doverti portare per mano. Non credo ci siano più molte persone così in giro. Credo poche migliaia”

Eh sì, io ti ascoltavo una volta, caro il mio Billy, e ascolto ancora i pezzi dei gloriosi Smashing Pumpkins che furono. Ma adesso ti spiego perchè invece ho deciso IO di chiudere con te.

UNO: ammettiamolo onestamente. Gli ultimi tuoi lavori sono una penosa lagna. Ai tempi ti concessi una speranza – mal riposta – con il tuo progetto solista (e il disco “TheFutureEmbrace”), e ti ho pure difeso con chi diceva che ormai non avessi più niente da dire. Potevi risparmiarti di infangare il nome degli Smashing Pumpkins con quegli orrori che rispondono al nome di “Oceania” e “Monuments to an Elegy” (e ti ho passato “Zeitgeist”). Questo sarebbe ‘evolversi’ secondo te?

DUE: cito questa tua dichiarazione a titolo esemplificativo – Independent

“He [Kurt Cobain ndr] and I were the top two scribes, and everybody else was a distant third”

ECCO.

TRE: purtroppo per ragioni anagrafiche non ho mai potuto vedere gli Smashing Pumpkins del periodo d’oro e mi sono dovuta accontentare di una pallida replica nel 2008. Non so se ti ricordi Billy, ma dopo due ore di tedio e noia estrema hai propinato a me e quegli sventurati che hanno deciso di venirti a vedere al Forum di Assago la versione più fetente di “Zero” e “Bullet With Butterfly Wings” che io abbia mai sentito: infilate a mo’ di compitino a chiusura del bis ma in versione accelerata, suonate tecnicamente di merda, e cantate pure peggio. Piuttosto, se non hai voglia e non ti senti più così rocchenroll come quando uscivi con Courtney Love, non farle.
Ma costringerci ad assistere a questo strazio è stato un duro colpo basso. Certe cose non si dimenticano.

Pubblicato il dicembre 10, 2014 su MUSIC LIFE. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: