DELLA SEMPLICITA’ DEI CAPOLAVORI

Chiudete gli occhi e ditemi che canzone è.

Forse così è un po’ più facile.

Ancora niente? Proviamo con questa.

Vabbè, adesso dovrebbe esservi molto chiaro di che brano si tratta.

Trovo molto interessante questo esperimento di scomposizione, e allo stesso tempo incredibilmente affascinante. Il processo di creazione di un capolavoro, su cui generalmente non si presta tanta attenzione (a maggior ragione quando si tratta di un pezzo così famoso).

Eppure, un giorno devono pur essersi seduti in saletta a scriverlo. Qualcuno se ne sarà pur uscito con un giro di basso o un riff, magari anche buttato lì a caso. Avranno registrato prima le ritmiche, poi le chitarre, oppure avranno fatto un take tutti insieme…chissà. Avranno fatto sentire il risultato a qualche amico invitato in studio, davanti a un paio di birrette. Il resto è storia.

Dite la verità, anche voi ci avete pensato qualche volta. Davanti a queste cose ritrovo davvero lo stupore di una ragazzina.

Pubblicato il luglio 16, 2014 su MUSIC LIFE. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: